Benvenuto sul sito Italiano

Abbiamo rilevato che potresti preferire il sito US. Se necessario, utilizza il menu a tendina delle lingue per modificare la scelta.

Stay in this territory

nanodac con 21 CFR Parte 11 per la registrazione elettronica dei dati in ambito HACCP

I registratori a carta, come il registratore circolare Eurotherm 392, hanno egregiamente servito l’industria alimentare e delle bevande per molti anni, ma la natura meccanica del meccanismo di stampa può compromettere affidabilità e accuratezza. Inoltre, è facile perdere o danneggiare la carta e l’HACCP richiede che i documenti originali siano conservati sul posto per diversi anni – non sono consentite copie.

La registrazione elettronica risolve questi problemi: i dati vengono automaticamente inoltrati ai sistemi di supervisione per la segnalazione e la registrazione e l’elettronica è intrinsecamente più affidabile della carta in un ambiente di produzione 

I regolamenti HACCP richiedono che i registri elettronici non siano falsificabili e siano dotati di firme elettroniche, ma molti registratori di dati a basso costo non forniscono questo livello di sicurezza.

La “regola aurea” per i registratori di dati nell’industria alimentare e delle bevande è l’FDA 21 CFR parte 11, ma i registratori a carta che soddisfano questo standard possono essere costosi, quindi i gestori di impianti spesso continuano con vecchi dispositivi.

Fortunatamente esistono nuove soluzioni: Il registratore/regolatore Eurotherm nanodac ™ offre quattro canali di registrazione analogica dei lotti, che soddisfano facilmente i requisiti regolatori per accuratezza e ripetibilità e i requisiti di registrazione dei dati conformi al 21 CFR parte 11. Per le applicazioni più impegnative, il registratore versadac fornisce una soluzione a pannello con capacità quasi illimitata. Entrambi consentono la registrazione degli allarmi e degli ingressi discreti, la comunicazione con altri dispositivi, disponibilità dei risultati nell’archivio dati, le firme elettroniche e la registrazione dei dati batch.

Una soluzione ibrida come nanodac ha anche un controllo PID di alta qualità, compreso un controllo a cascata avanzata con sintonizzazione automatica. Queste unità possono controllare una storta o un’autoclave e l’attrezzatura associata, come drive a velocità variabile, e registrarne i risultati. Le dimensioni standard a pannello 96×96 mm consentono di sostituire perfettamente vecchi regolatori PID. Il display TFT di alta qualità assicura una perfetta interfaccia operatore per l’interazione e la visualizzazione degli allarmi.

Per una prospettiva indipendente, leggi la pubblicazione di Campden BRI su​ “Electronic Process Records in Thermal Processing”. Oppure contatta Eurotherm per ulteriori informazioni su come un passaggio a record elettronici può semplificare la conformità.

 

Contattaci

close
close
Secured By miniOrange